Servizio Taxi Floriano Zanettin

solo in estate

+39 328.75.36.842

Più informazioni su www.dolomiti.it

Con inizio a Sesto/Sexten (m. 1317) in Val Pusteria (Bz) e termine a Pieve di Cadore (m. 880 – prov. Bl), questa Alta Via percorre, con tracciato irregolare e “singolare” i circa 100 km che separano queste due località. E’ detta anche “Via di Tiziano” in onore del pittore rinascimentale Tiziano Vecellio, illustre figlio del Cadore che proprio a Pieve vide i natali.

 

Con una sua propria “identità d’itinerario” per gran parte del percorso, l’Alta Via n° 5 s’interseca con la “sorella” numericamente precedente (Alta Via n° 4 o “di Grohmann”) nella zona del massiccio dell’Antelao, e prosegue con essa fino al termine. Nata anch’essa negli anni ’70, è l’Alta Via più “orientale” delle Dolomiti centrali ed attraversa interamente un gruppo montuoso che, per vicinanza con vette più famose, per lunghezza negli itinerari e per scarsità nei punti di appoggio, è ancor oggi un luogo incantevolmente affascinante e selvaggio: le Marmarole.

 

Prima di giungere in queste zone, il percorso attraversa le Dolomiti di Sesto, la Val Giralba e tocca Monte Agudo.
In un certo senso, e non solo per la mera sequenza numerica, si può senz’altro affermare che questa Alta Via è sicuramente una valida anticipazione delle successive (Alta Via n° 6 e n° 7) che sono molto impegnative e si svolgono in territori ancor più isolati e selvaggi.

 

Il progetto originale prevede il completamento in sette tappe

I rifugi e i bivacchi interessati dall’Alta Via n° 5 sono i seguenti:

  • Rifugio “Emil Zsigmondy – Emilio Comici”
  • Rifugio “Giosuè Carducci”
  • Rifugio “Monte Agudo”
  • Rifugio “Ciareido”
  • Rifugio “Baion – Elio Boni”
  • Rifugio “Dino e Giovanni Chiggiato”
  • Bivacco “Tiziano”
  • Bivacco “Alberto Musatti”
  • Bivacco “Leo e Gino Voltolina”
  • Rifugio “San Marco”
  • Rifugio “Pietro Galassi”
  • Rifugio “Antelao”

 

SOCCORSO ALPINO : 118

ORARI AUTOBUS E TRENI QUI